24 ottobre 2016

Happy Happy Halloween

Halloween in America è qualcosa di grandioso, la festa che tutti adulti e bambini aspettano con fervore per dare libero sfogo ai travestimenti più paurosi ma anche per la quantità di dolcetti e caramelle che vengono regalati. Andiamo per ordine, perchè Halloween non è la festa di una sola sera negli USA, infatti, è il filo condutore che anima dal primo fino all'ultimo giorno il mese di Ottobre. Un'apoteosi di decorazioni, dentro le case e negli adiacenti giardini, dove a far capolino tra le siepi ci sono gli immancabili gatti neri, scheletri e tantissime ragnatele. 
L'arancione è il colore del mese e insieme alle zucche, ce ne sono di gigantesche, sono come prevedibile le star incontrastate di questi giorni. Usate per lo più per abbellimento, poco invece come alimento, fanno bella mostra nei giardini. Ci sono poi interi campi dove, come in un negozio a cielo aperto, vai per portarti a casa quante più zucche riesci. I più bravi le scaveranno per abbellirne i porticati delle proprie case...e poi foto a gogò!  
I laboratori tematici, proprio in questo mese, sono gettonatissimi, ti insegnano, infatti, come preparare la casa con ghirlande a tema (anche io ne ho realizzata una), scavare le zucche e quali decorazioni scegliere per party esclusivi.

In ogni neighborhood, poi c'è il simpaticissimo scambio di secchiellini, rigorosamente a forma di zucca, e riempiti a piacimento secondo i gusti e le preferenze di chi ne è destinato. Si tratta di una catena, se lo ricevi devi ricambiare il gesto a chi ancora non è stato Boo-ed, ovvero visitato dal fantasmino che riporta, all'interno del secchiello, tutte le istruzioni in modo che in pochi giorni si riuscirà a fare il giro del quartiere. La sensazione di aprire la porta e trovare un'infinità di regalini, difficilmente si riesce a spiegare (iniziamo a farlo anche da noi!!). Una gioia che contagia tutta la famiglia, un gesto simpatico per i bimbi o per la padrona di casa. La magia di Halloween ci vuole tutti spaventosamente più buoni!
Amish Country


Se vi piace, invece, il lato horror di questa festa, ci sono percorsi davvero paurosi. Ne ho visitato alcuni che erano quasi totalmente al buio, non si vedeva dove si mettevano i piedi e sul pavimento erano stategicamente sparpagliate molte foglie secche. Sono sincera, all'inizio avevo proprio paura, perchè varcata la soglia di un banalissimo ufficio dove la gente continuava il proprio lavoro, in altri uffici, invece, sembrava essere entrati sul set di uno dei film di Dario Argento. 

Mi aspettavo che ad ogni passo qualcosa mi toccasse o comparisse dal buio. Infatti, per rendere il tutto ancora più terrificante nell'oscurità erano state posizionate mani mozzate, ragni giganti e bare. Per fortuna un'amica mi aveva avvisato che in America Halloween è La Festa per eccellenza dell'anno, però mai mi sarei immaginata tutto questo. Non c'è proprio confronto con la nostra concezione e modo di vivere Halloween, in America ti senti letteralmente trasportato nei festeggiamenti.
la ghirlanda fatta da me e appesa alla porta di casa :)
mai stati più felici di incontrare un fantasma
 i festeggiamenti di Halloween hanno inizio grazie alla nostra vicina Nat
di ritorno dalla Shenandoah Valley, una stupenda gita tra zucche e colori autunnali

Il miglior modo per apprezzare la festa del 31 è senza dubbio essere in un quartiere di una città, meglio se di provincia perchè la gente si conosce tutta, almeno di vista. A partire dalle ore 18.00 grandi e bambini iniziano a passeggiare nei vicoli e più le ore passano più la folla aumenta. Moltissime sono le case che offrono i dolci, in un recipiente molto grande i bambini possono affondare le loro manine alla ricerca di golosità. 

Ed è proprio così che ho fatto anche io. Dopo aver acceso la luce del mio porch, un carissimo portico in legno bianco, e posizionato in bella vista (Please, take all!) 2,5 kg tra cioccolatini, non potevano mancare i Rocher per i più grandi (perchè poi si sa a casa il bottino di dolciumi dei bambini viene condiviso anche con i genitori e parenti), ma anche mostruose caramelle a forma di occhi, bocca e pipistrello. Ho indossato il cappello da strega e complice l'imbrunire, ho fatto visita a tutte le case dei miei amici che abitavano nella mia via. Chi offriva da bere, chi aveva acceso il bracere per invitare a fare due chiachere. 

Festeggiare Halloween in America è stata una meravigliosa scoperta di condivisione, una sana allegria, che non può che contagiare tutti.
il foliage in America è uno spettacolo senza eguali
in giro a Fredericksburg, sempre in Virginia, si fanno incontri molto simpatici
super zucche in formato gigante
in giro a Washington, qui siamo all'Orto Botanico
_______________
Testo e foto: B. Bovio @iBlocNotes

Posta un commento